Gli anni perduti di Gesù.

    Condividi
    avatar
    scribaClaudio

    Messaggi : 281
    Data d'iscrizione : 30.11.11
    Età : 56
    Località : terzo pianeta del sistema solare

    Gli anni perduti di Gesù.

    Messaggio  scribaClaudio il Lun Ott 15, 2012 8:23 pm

    Nella seconda metà dell'ottocento, un dottore e giornalista russo, Nicolas Notovitch, intraprese un viaggio in india. Durante la visita al monastero buddhista di Hemis nel Ladakh, rimase ferito ad una gamba. La cosa lo costrinse a giorni di riposo e durante quel tempo, egli apprese da un monaco, che gli lesse dei rotoli antichi conservati nel monastero, una storia per lui stupefacente. I rotoli erano scritti in lingua pali. La lingua usata generalmente nei più antichi canoni buddhisti. Si narrava di San Issa, nato nella terra di israele e delle sue vicende umane, dei suoi spostamenti e predicazioni, prima di fare ritorno nella sua terra di origine dove venne crocefisso. Notovitch scrisse tutto ciò che il monaco gli leggeva mentre un secondo monaco traduceva. Una volta tornato in russia Notovitch pubblicò un libro nell'anno 1894, dove fra le altre cose si raccontava dei tentativi del vaticano di impedirne la pubblicazione. Altre persone note confermarono la veridicità di quel racconto e l'esistenza di quei rotoli in lingua pali. Nei primi del novecento li lesse anche Swami Abhedananda, un discepolo di Sri Ramakrishna, e li rese nuovamente noti pubblicandoli col titolo di "gli anni perduti di Gesù". Da notare che quanto vi si racconta, non lesina rimproveri sia agli hinduisti che agli ebrei o ai seguaci di zoroastro, in quanto ai buddhisti, come sempre equilibratamente si limitano a riferire quanto appreso. Qui sotto il link della traduzione in italiano di quei rotoli pali. Sono scritti nella forma di brevi versi numerati, divisi in "capitoli" in base ai fogli. Ho segnato in rosso alcuni punti che mi hanno interessato per ragioni personali, altre in blu (non è detto che voi li riteniate altrettanto interessanti). Da ultimo tenete conto che nella prima parte i rotoli parlano di Mossa (Mosè) riferendo alcune cose diverse da quanto sappiamo dalla Bibbia. La seconda parte parla di Issa/Yeshua/Gesù e anche qui specie nel finale, leggerete una storia differente da quanto generalmente noto... un saluto a tutti voi e buona lettura! Claudio.

    http://www.claudiotabasso.it/triratna/VITA_DI_SAN_ISSA.pdf

    .



    _________________
    scribaClaudio sunny
    avatar
    Wallace

    Messaggi : 298
    Data d'iscrizione : 27.11.11

    Re: Gli anni perduti di Gesù.

    Messaggio  Wallace il Lun Ott 15, 2012 8:40 pm

    scribaClaudio ha scritto:Nella seconda metà dell'ottocento, un dottore e giornalista russo, Nicolas Notovitch, intraprese un viaggio in india. Durante la visita al monastero buddhista di Hemis nel Ladakh, rimase ferito ad una gamba. La cosa lo costrinse a giorni di riposo e durante quel tempo, egli apprese da un monaco, che gli lesse dei rotoli antichi conservati nel monastero, una storia per lui stupefacente. I rotoli erano scritti in lingua pali. La lingua usata generalmente nei più antichi canoni buddhisti. Si narrava di San Issa, nato nella terra di israele e delle sue vicende umane, dei suoi spostamenti e predicazioni, prima di fare ritorno nella sua terra di origine dove venne crocefisso. Notovitch scrisse tutto ciò che il monaco gli leggeva mentre un secondo monaco traduceva. Una volta tornato in russia Notovitch pubblicò un libro nell'anno 1894, dove fra le altre cose si raccontava dei tentativi del vaticano di impedirne la pubblicazione. Altre persone note confermarono la veridicità di quel racconto e l'esistenza di quei rotoli in lingua pali. Nei primi del novecento li lesse anche Swami Abhedananda, un discepolo di Sri Ramakrishna, e li rese nuovamente noti pubblicandoli col titolo di "gli anni perduti di Gesù". Da notare che quanto vi si racconta, non lesina rimproveri sia agli hinduisti che agli ebrei o ai seguaci di zoroastro, in quanto ai buddhisti, come sempre equilibratamente si limitano a riferire quanto appreso. Qui sotto il link della traduzione in italiano di quei rotoli pali. Sono scritti nella forma di brevi versi numerati, divisi in "capitoli" in base ai fogli. Ho segnato in rosso alcuni punti che mi hanno interessato per ragioni personali, altre in blu (non è detto che voi li riteniate altrettanto interessanti). Da ultimo tenete conto che nella prima parte i rotoli parlano di Mossa (Mosè) riferendo alcune cose diverse da quanto sappiamo dalla Bibbia. La seconda parte parla di Issa/Yeshua/Gesù e anche qui specie nel finale, leggerete una storia differente da quanto generalmente noto... un saluto a tutti voi e buona lettura! Claudio.

    http://www.claudiotabasso.it/triratna/VITA_DI_SAN_ISSA.pdf

    .


    Veramente molto interessante, preziosa segnalazione. Grazie infinite flower



    _________________
    Tutti gli uomini possono essermi utili, non ve n'è alcuno che possa bastarmi. Mi necessita Dio. - L.C. de Saint-Martin

      La data/ora di oggi è Mer Nov 21, 2018 10:50 am