Saggistica, psicologia, poesia, filosofia, Spiritualità ... la mia Bibbia insomma...

    Condividere
    avatar
    Vera76

    Messaggi : 136
    Data d'iscrizione : 20.02.13
    Età : 41

    Saggistica, psicologia, poesia, filosofia, Spiritualità ... la mia Bibbia insomma...

    Messaggio  Vera76 il Lun Giu 17, 2013 11:08 pm


    "Donne che corrono coi lupi" di Clarissa Pinkola Estés

    Un libro a dir poco straordinario, unico, consigliato a tutti: donne, uomini, grandi, grandissimi e bambini (accompagnati...), impensabile da riassumere in poche righe!

    E' basato sul racconto (non travisato/ripulito...) di antiche fiabe, miti e leggende, alcune a noi molto note, illuminandoci con il loro vero significato e quindi con quello che in teoria avrebbero dovuto insegnarci.

    Riesce con il suo linguaggio universale a far riemergere la nostra vera natura sepolta e una forza interiore potente.

    Un libro che cambia la vita.



    Alcuni passi:

    Alle sedie e ai tavoli preferivo la terra, gl’alberi e le caverne, perché la sentivo di potermi appoggiare alla guancia di Dio.



    Quando si lotta per fare qualcosa cui si attribuisce molta importanza,bisogna circondarsi di persone che inequivocabilmente sostengono il nostro lavoro.E' nel contempo una trappola e insieme un veleno avere cosiddetti amici che hanno le nostre stesse ferite ma non il desiderio vero di guarirle.” 


    Ho avuto la fortuna di crescere nella Natura. Dai fulmini seppi della subitaneità della morte e dell’evanescenza della vita. Le figliate dei topolini mostravano che la morte era raddolcita da una nuova vita. Una lupa uccise un suo cucciolo ferito a morte; insegnò la compassione dura, e la necessità di permettere alla morte di andare al morente. I bruchi pelosi che cadevano da gl’alberi e faticosamente risalivano m’insegnarono la determinazione. Dal loro solletico, quando mi passeggiavano sul braccio, imparai come la pelle può risvegliarsi e sentirsi viva.



    Un altro modo per rafforzare il collegamento con l'intuito è rifiutare di permettere a qualcuno di reprimere le vostre vivide energie...cioè le vostre opinioni,i vostri pensieri,le vostre idee,i vostri valori,la vostra morale,i vostri ideali....” 



    La lingua della narrazione e della poesia è formidabile sorella del linguaggio dei sogni.


    Dobbiamo enunciare con voce chiara la nostra verità ed essere capaci di fare quanto è necessario nei confronti di ciò che vediamo [... ] Quando la vita dell’anima è minacciata non soltanto è accettabile tirare una riga, è indispensabile.




    ... da tenerlo sempre a portata di mano...I love you


      La data/ora di oggi è Mar Dic 12, 2017 8:31 am