il Vangelo di Tommaso...

    Condividi
    avatar
    scribaClaudio

    Messaggi : 281
    Data d'iscrizione : 30.11.11
    Età : 56
    Località : terzo pianeta del sistema solare

    il Vangelo di Tommaso...

    Messaggio  scribaClaudio il Gio Dic 08, 2011 10:51 am

    .
    il Vangelo di Tommaso è una raccolta (numerata) di detti, frasi e pensieri, espressi da Gesù, e raccolti da Didimo Juda Taumà. (che noi conosciamo come Tommaso). Questo Vangelo, venne trovato a Nag Hammadi, in egitto, nel 1945. E' in lingua Copta, lingua usata dai cristiani d'egitto, che stà all'egizio antico dei Pheraon, come l'italiano di Dante stà al latino dei romani... più o meno, tanto per capirci. (il copto fu utilissimo a Champollion per decifrare il geroglifico). Di questo vangelo ne abbiamo però tracce in greco in altri papiri scoperti ad Ossirinco, e non è escluso ve ne siano ancora da scoprire in altre lingue usate nei primi secoli dopo cristo. Notare che Didimo è parola greca che significa "gemello", Taumà è parola aramaica (la lingua di Gesù (una sorta di fenicio più tardo parlato nell'entroterra della palestina)) e significa la stessa cosa! "gemello". Quindi l'autore è Juda "il gemello", sicuramente un fratello di Gesù, quanto Giacomo "il giusto" e sicuramente non gli unici. E' un vangelo che fa emergere una figura di Gesù, più vicina al pensiero orientale e allo gnosticismo. In breve lo gnosticismo è una corrente di pensiero che si basa sulla "conoscenza" intesa come luce, intelletto d'amore. Luce dalla quale tutti proveniamo e alla quale tutti possiamo tornare, basta cercare dentro noi stessi e volerlo. Qualcosa che ritroviamo nel Jnana yoga indiano. Ricordo infine a tutti che gli Esseni, che chiamavano se stessi "figli della luce", erano una setta ebraica cui Gesù certamente apparteneva e "all'ombra della quale" era in gran parte cresciuto. E' noto poi a tutti il fatto che abbia passato parte della sua vita in egitto ed è probabile che un individuo simile non sia stato i primi trenta anni della sua vita, rinchiuso in qualche casa sulle sponde del nilo, ma che abbia percorso tanta strada, a piedi e per nave a parlare con la gente e a predicare. Ma quest'ultima è una mia personale convinzione, pertanto pensate sempre con la Vostra testa, riguardo a questo e a tutto il resto.

    33. Gesù disse, "Quanto ascolterete con le vostre orecchie, proclamatelo dai vostri tetti
    ad altre orecchie. Dopo tutto, nessuno accende una lampada per metterla in un baule, né per
    metterla in un posto nascosto. Piuttosto, la mette su un lampadario così che chiunque passi veda la
    sua luce."

    Per via di questo verso in particolare, credo che vada offerta a tutti l'opportunità di poterlo leggere, pertanto ecco il link dove potete scaricarlo in .pdf :

    http://www.claudiotabasso.it/VangeloTommaso.pdf

    Buona lettura a tutti, un abbraccio, Claudio.
    .

      La data/ora di oggi è Mer Set 26, 2018 11:43 am